Segui

Inserisci la tua email
per ricevere un reminder.

RadioRaptus para Brigata Pablo Neruda.

Vogliamo restaurare il murale dipinto dalla Brigada Pablo Neruda 36 anni fa per riconsegnarlo al nostro paese durante la nostra festa estiva.

1255
traguardo: € 1200
0
giorni restanti
10
sostenitori

Questa storia parte dal Cile e arriva, attraverso un percorso tortuoso, fino a questo video.

Alcuni mesi fa, parlando per l'ennesima volta del murale che si trova su un'importante strada di bernalda, il nostro paese, abbiamo deciso di informarci un po' di più per saziare la nostra curiosità.

Parlando con la gente e con alcuni studiosi della nostra storia recente, abbiamo scoperto una leggenda persa nel tempo che ci ha colpiti e fatti innamorare.

A detta dei nostri compaesani, nel 1976, a distanza di pochi mesi dal primo concerto italiano degli Inti-Illimani, una brigada muralista cilena, la Brigada Pablo Neruda realizzò un meraviglioso murale per fissare sul muro e nelle nostre coscienze la Resistenza e la Lotta per la Libertà del popolo cileno dopo il golpe del 1973.

I murales urbani sono fatti di simboli e di lettere. La colomba, le mani, la spiga, le stelle, sono stati come un nuovo linguaggio che per molto tempo si è diffuso nella clandestinità della notte. Il murale fu realizzato nel corso della festa dell’Unità nella prima settimana di agosto del 1976, in concomitanza con l’inizio delle trasmissioni di Radio Bernalda 103, la prima Radio Libera della Basilicata.

Coincidenze storiche, parentele, interessi, amore per la storia, ma soprattutto ciò che l'opera rappresenta per il nostro paese, ci hanno portati ad avviare un progetto per restaurarlo e recuperarne lo splendore di qualche decennio fa.

Per realizzare il progetto siamo ricorsi al crowdfunding: abbiamo pensato, infatti, che un sistema di questo tipo possa rendere ancor più saldo il legame tra la popolazione ed il murale, (tra il nostro paese e il resto del mondo) stimolando l'interesse delle nuove generazioni per la storia, proprio come è successo a noi.

Abbiamo deciso di affidare il restauro al Maestro Eduardo “Mono” Carrasco, muralista cileno attivo da oltre 40 anni ed autore di numerosi murales sparsi in tutta l'Europa. Il 6 agosto a chiusura della seconda edizione del RadioRaptus SunFest, a 36 anni esatti dalla realizzazione del murale, vorremmo scoprire l’opera restaurata.

Abbiamo deciso di intraprendere questo viaggio attraverso il tempo animati dalla voglia e dalla volontà di chi ha a cuore la cultura, soprattutto quando così vicina da poterla ammirare di persona.Siamo spinti dalla necessità sempre più sentita di rendere il mondo in cui viviamo un luogo più autentico, meno trascurato.

Links:
http://www.radioraptus.com http://www.muralescarrasco.com https://www.facebook.com/RRBParaBrigadaPabloNeruda?ref=ts

Aggiornamenti

  • 03/06/2012

    Genesi di un Murale : La parola al Professore

    L'esperimento di una inedita coalizione politica tra democristiani, socialisti e comunisti varata da Salvador Allende in Cile fu battezzata in Italia con il nome "salsa cilena" con tono sarcastico e dispregiativo. Quella "salsa" non fu affatto gradita dall'amministrazione americana del Presidente Nixon che si mobilitò con tutte le forze per cancellarla, temendo che quel governo socialista potesse contagiare l'America del Sud e mettere in discussione l'influenza statunitense su quella parte del mondo. In questo contesto maturò il colpo di Stato che abbattè con la violenza il governo democratico di Salvador Allende e impose in Cile una violentissima dittatura guidata, per circa un ventennio, dal Generale Pinochet.

    L'11 settembre 1973 , mentre i militari davano l'assalto alla Casa Rosada, il Presidente Allende si suicidò con un colpo di pistola, dopo aver scritto un messaggio disperato alle forze democratiche del mondo libero.

    Ebbe così inizio quella tragedia cilena che con torture sanguinarie ed oltre 30.000 morti spense gli entusiasmi accesi in tutto il mondo tra giovani di diverse tendenze politiche che avevano fatto della Libertà e della Democrazia due punti saldi ed inalienabili per un mondo migliore.

    Quelle tristi vicende furono seguite in tutto il mondo occidentale con interesse e sofferenza, animando un dibattito di alto profilo politico sui massimi sistemi: conservazione, rivoluzione e via cilena!

    In questo contesto, a Bernalda si decise di tematizzare la festa dell'Unità svoltasi nei primi giorni di agosto del 1974 invitando il gruppo degli Inti Illimani. Un gruppo musicale di giovani cileni che si erano trovati in Italia all'epoca del golpe e che non aveva potuto più far ritorno in patria, stante la dittatura militare!

    Il concerto degli Inti Illimani ebbe un successo enorme. Richiamò giovani da tutta la Basilicata, dalla Puglia, dalla Calabria e persino dalla Sicilia. L'accoglienza e l'ospitalità colpì quei giovani musicisti in modo davvero eccezionale. Forse non immaginavano di essere diventati loro il simbolo di un popolo che soffre e lotta per la libertà. Si fermarono a Bernalda per alcuni giorni dopo il concerto, ospiti nelle case dei giovani comunisti e delle loro mamme che fecero sentire tutto il loro caloroso affetto a quei giovani profughi. L'attenzione alla questione cilena fu viva negli anni successivi.

    Un gruppo di giovani studenti universitari, cileni e sud-americani, fu a Bernalda nell'estate del 1975 per svolgere delle ricerche di antropologia comparata, e nel 1976, in occasione del terzo anniversario del golpe, fu invitato il gruppo della Brigada Pablo Neruda per realizzare un Murale che ricordasse la Resistenza e la lotta per la Libertà di quel popolo.

    Fu scelta la parete della casa della maestra Maria Vercilli che si trova all'angolo tra Corso Umberto e via Nuova Camarda. Un luogo centralissimo per un messaggio universale di lotta per la Pace.

    La realizzazione del Murale ebbe luogo nel corso della festa dell'Unità nella prima settimana di agosto del 1976, in coincidenza con l'inizio delle trasmissioni di Radio Bernalda 103, la prima Radio Libera della Basilicata. Il Murale fu realizzato nel corso di una notte e divenne oggetto di ammirazione e di dibattito.

    Bernalda sentì di appartenere al mondo, e di partecipare attivamente agli eventi internazionali, uscendo così dagli stretti confini paesani per partecipare e sostenere con il proprio contributo alla grande lotta per la Pace e per la Libertà.

Ricompense

  • € 10 o più

    Ringraziamenti sul portale del progetto (http://www.radioraptus.com/index.php/rrb-para-brigada-pablo-neruda), ringraziamenti sulla brochure promozionale dell'evento e durante la serata di presentazione (6 agosto 2012).

    3 Sostenitori

  • € 25 o più

    Ringraziamenti sul portale del progetto (http://www.radioraptus.com/index.php/rrb-para-brigada-pablo-neruda), ringraziamenti sulla brochure promozionale dell'evento e durante la serata di presentazione (6 agosto 2012)+TESSERA SOCIO SOSTENITORE DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE RADIORAPTUS BERNALDA (valore 10€)+GADGETS DELL'ASSOCIAZIONE

    1 Sostenitori

  • € 50 o più

    Ringraziamenti sul portale del progetto (http://www.radioraptus.com/index.php/rrb-para-brigada-pablo-neruda), ringraziamenti sulla brochure promozionale dell'evento e durante la serata di presentazione (6 agosto 2012)+tessera socio sostenitore dell'Associazione Culturale «RadioRaptus Bernalda» (valore 10€)+gadgets dell'Associazione+PHOTOPOSTER DELL'OPERA RESTAURATA (dim. 70x30 ca.)

    1 Sostenitori

  • € 75 o più

    Ringraziamenti sul portale del progetto, ringraziamenti sulla brochure promozionale dell'evento e durante la serata di presentazione (6 agosto 2012)+Tessera "socio sostenitore" dell'Associazione Culturale RadioRaptus Bernalda (valore 10€)+gadgets dell'Associazione+Photoposter dell'opera restaurata (dim. 70x30 ca.) autografato dall'artista+COPIA DEL LIBRO "INTI ILLIMANI-STORIA E MITO-RICORDI DI UN MURALISTA CILENO" (di Eduardo Mono Carrasco-prefazione di Michelle Bachelet) AUTOGRAFATO DALL'AUTORE

    5 Sostenitori

RADIORAPTUS

RadioRaptus si propone di promuovere, attraverso la fruizione della radio mediante la rete telematica, lo sviluppo culturale della comunità strettamente e largamente interconnessa alla radio stessa.Si propone in particolare di perseguire gli scopi sopracitati attraverso la diffusione telematica di trasmissioni radiofoniche. RRB intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale. In particolare, orienta la propria attività al fine di promuovere l'arte e la cultura.(radioraptus.com)

www.radioraptus.com

Questo progetto è sostenuto da

CITTADINIBERNAL...

offerta fatta il 2012-07-21 12:49:31

NOGAP

offerta fatta il 2012-07-21 11:06:35

CITTADINIBERNAL...

offerta fatta il 2012-07-19 14:48:35

MARCODIPIERRO

offerta fatta il 2012-07-18 11:13:30

DOM.GIOIA@GMAIL...

offerta fatta il 2012-07-17 12:25:52

HEDO

offerta fatta il 2012-07-07 20:21:14

CDELIA

offerta fatta il 2012-06-03 05:10:09

DONATELLAVASCET...

offerta fatta il 2012-05-25 12:22:31

ROBERTAMADIO

offerta fatta il 2012-05-19 02:13:10

ALESSIAGALLUCCI

offerta fatta il 2012-05-18 23:59:42

comments powered by Disqus